Otoplastica per le orecchie a sventola

L’otoplastica è l’ intervento di chirurgia estetica di sistemazione delle orecchie a sventola ed in caso di necessità della creazione della plica del padiglione auricolare, l’ antelice. E’ necessario evidenziare che questa precisa dismorfia dell’orecchio può colpire anche solo uno dei due padiglioni auricolari e di conseguenza l’ operazione essere necessaria ad un solo padiglione auricolare.

E’ importante, al fine di presentarsi in condizioni più che buoni all’ intervento di otoplastica, smettere di fumare (o diminuire sensibilmente il numero di sigarette, N.d.R) e di bere alcolici in modo tale di dare all’organismo la capacità di presentarsi al meglio delle sue condizioni alla sottomissione dell’anestesia. Medicinali come l’aspirina devono essere eliminati per almeno 15 giorni prima dell’ intervento al fine di non facilitare perdite di sangue di una certa grandezza nel corso dell’ intervento di otoplastica a causa della loro capacità di fluidificare il sangue. Ulteriori esami specifici saranno richiesti direttamente dal chirurgo per accertarsi le condizioni di salute del paziente.

L’ operazione di otoplastica consiste nell’eseguire una incisione lungo il solco dietro il padiglione auricolare. Una fine sezione della conca auricolare viene eliminata e la piega sistemata a dovere. L’ intervento dura circa 20 minuti per orecchio e i tempi di ricovero in day hospital si aggirano intorno alle 4 ore.

Subito dopo l’intervento di otoplastica vengono applicati dei piccoli cerotti sui punti subito seguiti da un bendaggio elastico che comprime i padiglioni in modo da aiutare gli stessi nel percorso di guarigione. Il terzo giorno la fasciatura elastica viene sostituita con una più morbida e vengono cambiati i cerotti. Punti e medicazioni vengono elisi l’ottavo giorno. La convalescenza si conclude con questa semplice operazione. Non si possono escludere alcune conseguenze avverse come l’ asimmetria tra un orecchio e l’altro ed una cicatrizzazione ipertrofica. In tal caso bisogna intervenire con un altro intervento di chirurgia estetica.