Il russare ti consuma? Ecco la soluzione!

Il momento del sonno è una fase essenziale in cui l’organismo si distende e recupera le energie per sostenere la giornata. A disturbare il tempo del sonno di solito è un problema molto comune: il russare.

Roncopatia: Di cosa si tratta?

La roncopatia ( genericamente definita “russamento”) non è solamente un disturbo acustico , ma una effettiva malattia , causata dal complicato passaggio dell’aria attraverso le prime vie aeree nella fase del sonno, di fronte ad una condizione di restringimento del diametro dell’abituale via aerea.

Un fastidio da non trascurare

Direttamente collegato al disagio della roncopatia vi è l’apnea notturna ostruttiva , dovuta al rilassamento del palato molle ed in generale dei tessuti della gola fino a provocare l’ostruzione del flusso dell’aria .

L’assenza di una regolare ossigenazione affatica il sistema cardio-respiratorio finché il soggetto riprende a respirare, nuocendo alla qualità del sonno. Inoltre l’ostruzione prolungata porta all’ arresto cardiocircolatorio e nei casi più gravi alla morte.

Russare: Rimedio

 

Per combattere efficacemente le patologie sopra accennate , presso la Clinica Pallaoro si esegue l’intervento di Uvulofaringopalatoplastica Laser, ideato negli Stati Uniti. La chirurgia Laser permette di eliminare il disagio psico-sociale che può derivare dall’utilizzo dello strumento di respirazione esterno.

Tecnica chirurgica laser

L’intervento chirurgico comporta la rimozione , mediante l’utilizzo di Laser CO2, delle porzioni di tessuto in eccesso (palato molle, ugola, tonsille, in base alla condizione soggettiva ) per riportare la via aerea ad un diametro normale, impedendo la vibrazione che provoca il russamento (roncopatia) e il rilassamento che porta all’ ostruzione momentanea (apnea notturna). L’utilizzo del Laser in luogo al bisturi tradizionale attua una cauterizzazione istantanea dei tessuti e di conseguenza non vi è sanguinamento e non è richiesto l’uso di punti di sutura. L’assenza di sanguinamento permette inoltre di ridurre le tempistiche di intervento e di conseguenza i rischi di infezione si annullano. La durata è al di sotto di 30 minuti. Il trattamento chirurgico di Uvulofaringopalatoplastica a mezzo Laser CO2 viene eseguito con l’utilizzo esclusivo di anestesia locale. Il fatto che non vi siano sanguinamento e punti di sutura permette un ritorno al sociale praticamente istantaneo. Nei 10/14 giorni successivi all’ intervento, un fastidioso mal di gola e bruciore sono nella norma . Saranno alleviati dall’ utilizzo dei medicinali prescritti in fase di dimissione (la sera stessa ).