Glutei al Topo i 3 mosse

Adiposi, rilassati o piatti? Ecco 3 soluzioni per riconquistare glutei belli ed in forma!

Se conduciamo una vita sedentaria, i glutei sono la parte che schiacciamo di più con il nostro peso e che prima delle altre perde in volume, compattezza e tonicità. Se ci sottoponiamo ad una dieta, dimagriremo più in fretta in alcuni punti (come viso e seno), ma difficilmente riusciremo ad aggredire il grasso localizzato nel fondoschiena, con il risultato di ritrovarci magari con vistosi rilassamenti generalizzati, sedere (basso) compreso. Se di grasso ne abbiamo invece poco, oppure ne abbiamo perso troppo o magari è mal distribuito, è possibile che i glutei appaiono piatti, quasi mascolini e per nulla seducenti. Per risolvere queste tre eventualità la chirurgia estetica ha al suo arco tre portentose frecce: torsoplastica, liposuzione e lipofilling. Se il tuo obiettivo è quello di ottenere glutei alti, sodi e plastici, fa’ centro con uno o più di questi interventi!

SE I GLUTEI SONO RILASSATI….

In caso di rilassamento muscolo-cutaneo, i glutei risultano abbassati rispetto alla sede originale e debordanti, con pelle in eccesso. Il tradizionale rassodamento chirurgico (torsoplastica) prevede un’incisione orizzontale praticata sulla parte alta dei glutei, incisione che dà luogo però ad un visibile esito cicatriziale. “Per ridurre al minimo la visibilità delle cicatrici – spiega il dottor Carlo Alberto Pallaoro, specialista in Chirurgia Plastica a Padova – nasce oggi la torsoplastica “ad ali di gabbiano”, realizzata attraverso due sottilissime incisioni simmetriche facilmente nascondibili entro il bordo di uno slip anche di ridotte dimensioni.” Se il rilassamento della zona glutea è ancora contenuto, in luogo della torsoplastica, si consiglia invece il lifting microchirurgico dei glutei, realizzato in due/tre sedute attraverso un innovativo drill microchirurgico (il Trilix). Il vantaggio di tale tecnica, messa a punto dal dottor Pallaoro, è di procurare un apprezzabile rassodamento senza lasciare sulla pelle segni esteticamente rilevanti.

SE SONO ADIPOSI… 

Fisiologicamente, l’adipe si concentra proprio sulla zona glutea (e, più in generale, sul distretto corporeo inferiore, ovvero la regione troncanterica), che perde così il suo armonioso profilo a causa del grasso localizzato. Per rimodellare la parte, niente di meglio in questo caso che una lipoaspirazione praticata ad hoc, eseguita con sottilissime microcannule. “La quantità di grasso da aspirare chirurgicamente così come i punti su cui intervenire – riferisce il dottor Carlo Alberto Pallaoro –  vengono valutati a priori tracciando con un pennarello dermografico, sui glutei della paziente in piedi, delle linee-guida che serviranno poi in fase chirurgica. Condizione indispensabile per un apprezzabile rimodellamento è lo stato della pelle, che dovrà essere adeguatamente elastica per potersi adattare al meglio ai nuovi volumi raggiunti con la lipoaspirazione.” L’intervento per una zona circoscritta come i glutei può essere realizzato in anestesia locale altrimenti – per una lipoaspirazione combinata di cosce-glutei-addome – in anestesia peridurale. Le cicatrici che si formeranno in corrispondenza delle incisioni praticate per consentire l’accesso della microcannula saranno, a guarigione avvenuta, trascurabili dal punto di vista estetico, grazie anche al ricorso al sottile raggio laser.

SE SONO PIATTI…      

Per costituzione, ma anche a causa del rilassamento o di un forte dimagrimento, i glutei possono presentare dei punti “vuoti”, proprio come se avessero perso parte del loro contenuto di grasso. Per dare alla zona la giusta pienezza, si ricorre alla tecnica di lipofilling, spesso fase conclusiva di una lipoaspirazione o di un lifting dei glutei. “Il riempimento – spiega il dottor Carlo Alberto Pallaoro – avviene inoculando del grasso (prelevato dalla stessa paziente, in punti strategici, ed opportunamente sterilizzato) attraverso una speciale siringa dall’ago sottilissimo. Trattandosi di materiale autologo (proveniente cioé dallo stesso organismo), non ci saranno problemi di allergie: il grasso infiltrato rimarrà nella sede prevista creando un riempimento di notevole effetto estetico.