Chirurgia estetica rigenerativa con le cellule staminali

La chirurgia estetica “rigenerativa” ha lo scopo di migliorare la qualità cellulare dei tessuti soggetti all’invecchiamento. Il metodo scelto per rigenerare si basa sull’ impiego delle cellule staminali contenute nel tessuto adiposo ottenuto da una liposuzione e i piastrine e fattori di crescita piastrinici (PRP) prelevati dal sangue del paziente stesso.

Questa innovativa e poco invasiva chirurgia estetica offre procedure veloci e mono impegnative dal punto di vista post operatorio. Non è necessario l’uso del bisturi ma basta l’impiego di aghi e cannule sottili.

Rigenerazione dei tessuti

Nel sangue sono presenti piastrine e fattori di crescita piastrinici che hanno la naturale funzione di riparare il corpo a seguito di ferite e traumi. La tecnica consiste nel mimare il meccanismo di riparazione potenziando il meccanismo. In pratica vengono prelevate ed isolate le piastrine ed i fattori di crescita contenuti in 20 cc di sangue. Il materiale risultante è chiamato PRP (plasma ricco di piastrine) è presenta una elevatissima densità di elementi che infiltrati nella zona interessata produrrà uno stimolo potenziato a riparare il tessuto (in questo caso integro). Si ottiene quindi una reazione di ringiovanimento dai risultati sorprendenti che non consiste solo nell’aspetto ringiovanito ma in una un’attività fisiologicamente più giovane. Passi da gigante in chirurgia estetica.

PRP contro la calvizie e in sinergia con il trapianto capelli

La terapia piastrinica ha dimostrato una elevata efficacia nel trattamento della calvizie e dell’ alopecia androgenetica. Il PRP è in grado di arrestare la caduta dei capelli e stimolare un processo di rigenerazione cellulare per cui i capelli esistenti aumentano il diametro del fusto e diventano più robusti. Esiste inoltre una percentuale di ricrescita di nuovi capelli che rende questo trattamento ottimale per la cura dei pazienti con problemi di diradamento.

Il PRP è inoltre un ottimo supporto per coloro che si sono sottoposti al trapianto capelli perché evita che i capelli non trapiantati a rischio caduta aumentino la vitalità e quelli trapiantati ricrescano più velocemente e in maniera più energica.

Il PRP in pratica permette una rigenerazione utilizzando i meccanismi naturali di guarigione del corpo ma focalizzati sul bersaglio desiderato.